Repubblica Dominicana

repubblica_dominicana_cover_new

UN VIAGGIO DI NOZZE IN REPUBBLICA DOMINICANA, PERCHÉ È “ IL TESORO DEI CARAIBI”, PER LE INFINITE SPIAGGE BIANCHE ORLATE DA CENTINAIA DI PALME, PERCHÉ È L’ISOLA PIÙ VIVA, SPONTANEA ED ACCOGLIENTE, TANTO DA MERITARE IL TITOLO DI ‘ISOLA DEL SORRISO’. PERCHÉ I RESORT DELL’ISOLA SONO ECCELLENTI SIA PER LA GAMMA DEI SERVIZI CHE PER LA QUALITÀ DELLA RISTORAZIONE.

repubblica-dominicana-1024x768

La Repubblica Dominicana va oltre i sogni, è il paradiso che ognuno ha sognato di vedere almeno una volta. La natura è strabiliante, le spiagge meravigliose, la gente è molto accogliente e una terra ricca di cultura. Un Paese che ha iniziato a scrivere la propria storia oltre 500 anni fa. Colombo battezzò l’isola che la Repubblica Dominicana oggi condivide con Haiti, con il nome di Hispaniola. Una perla rara nel Mar dei Caraibi. Una meta paradisiaca, spesso identificata con il nome della sua capitale, Santo Domingo.

Lunghe palme, spiagge incontaminate e bianchissime, sterminate foreste di mangrovie da percorrere con una piccola imbarcazione alla ricerca dei lamantini o a vedere lo spettacolo delle megattere in amore nella Bahía de Samaná; ovunque lo sguardo si soffermi, i paesaggi di quest’isola appaiono sempre, ed incredibilmente, come perfetti “set” da depliant turistici, con tramonti infuocati solcati da passaggi di stormi di aironi, nuvole blu e azzurre, gonfie e spumose di pioggia per improvvisi e provvidenziali acquazzoni, gente chiassosa, colorata e allegra che vive nelle strade. Quando sarete sazi delle bellezze naturali dell’isola, ritornate alla civiltà e preparatevi a far festa, perchè la Repubblica Dominicana è anche fatta di feste e divertimenti. Santo Domingo, ospita non uno ma ben due Carnevali, con tanto di parate, elaborati carri allegorici, tanta musica dal vivo e un’infinità di feste. Due importanti festival di merengue, il Festival della Musica Latina e il campionato nazionale di surf e windsurf.

Qualunque cosa decidiate di fare, partecipare alle feste, rilassarvi o esplorare l’isola, la Repubblica Dominicana sarà all’altezza dei vostri sogni.

Fuso orario

5 ore in meno rispetto all’Italia; non adotta l’ora legale, quindi durante l’estate la differenza è di 6 ore.

Lingua

La lingua ufficiale è lo spagnolo ma l’inglese e l’italiano sono molto diffusi.

Valuta

Peso Dominicano; il valore di 1 euro oscilla tra 43 e 47 pesos (cambio da verificare al momento in cui si effettuerà il viaggio). È possibile importare somme di valuta straniera non superiori a 10.000 US$; è possibile inoltre importare o esportare pesos (anche se non conviene esportare moneta locale in quanto non sarà possibile effettuare cambio). Per acquistare nei piccoli negozi o nei villaggi e per le mance, ci si può munire di valuta locale che si consiglia di cambiare in piccole somme presso gli uffici di cambio, presso le banche o gli hotel. Evitare il cambio al mercato nero. Dollari e euro sono comunque accettati praticamente ovunque.

Eletricità

110-120 V e 60 Hz – Prese elettriche: tipo A (prese lamellari di tipo americano, munirsi di adattatore)

Comunicazione e telefonia

Prefisso int.: 001809, per chiamare in Italia 011+39 – GSM: solo centri urbani e dintorni. Standard GSM 900/1800 (come Italia).

Clima tropicale-umido con temperature costanti e generalmente piacevoli. Due stagioni principali, distinte dal grado di umidità più che dalle temperature. Vari microclimi regionali interni, con variazioni di temperatura che dipendono più dall’altitudine e dagli alisei che dal periodo dell’anno. La temperatura media annua dell’isola si aggira attorno ai 26° C, il mese più caldo è agosto. Nelle zone montuose le temperature sono più basse ma raramente sotto i 10° C. Le maggiori precipitazioni si hanno nel periodo novembre-aprile lungo la costa settentrionale, in quello giugno-settembre lungo la costa meridionale e in quello maggio-agosto nelle regioni montuose nord-orientali, dove le precipitazioni annuali possono arrivare anche a 3000 mm.