Giappone

giappone_cover

IL MOMENTO MIGLIORE PER UN VIAGGIO DI NOZZE IN GIAPPONE?
QUANDO LA FIORITURA DEI CILIEGI RENDE TUTTO UN ROMANTICO GIARDINO IN ROSA. LE COSE DA NON PERDERE? I CONTRASTI ESTREMI, LA SORPRENDENTE E UNICA CONVIVENZA TRA MODERNITÀ E TRADIZIONE. PERCHÉ IN GIAPPONE GRATTACIELI AVVENIRISTICI E CERIMONIE RELIGIOSE, VENTAGLI DI GEISHE E SHOPPING CENTRE HIGH TECH CONVIVONO IN GRANDE ARMONIA. PER CONOSCEre UN PAESE OSSESSIONATO DALLA PERFEZIONE E MAI AVARO DI EMOZIONI.

giappone

Un mix unico di tradizioni antichissime e modernità fanno del Giappone una delle mete più affascinanti per noi occidentali. Noto anche come Impero del Sol Levante, situato nell’oceano Pacifico, il Giappone è un arcipelago composto da 6 852 isole che si estende, da nord a sud, per circa 3000 chilometri. Le quattro isole più grandi sono: Honshū, Hokkaidō, Kyūshū e Shikoku (tutte e quattro collegate tramite ponti o tunnel sottomarini), che da sole rappresentano circa il 97% della superficie terrestre del Giappone. Molte isole sono montagne, alcune di origine vulcanica. La vetta più alta del Giappone, il Monte Fuji, è un vulcano attivo. Una costa variegata, montagne vulcaniche e valli ripide e profonde rendono il Giappone una meta da non perdere. Perché visitare il Giappone? Una delle ragioni è sicuramente la bellezza del paese e il particolare binomio tradizione/modernità che lo caratterizza: grattacieli e strutture hi-tech accanto a templi e santuari, oppure donne e uomini che vanno in giro in kimono e altri con l’ultimo abito di Gucci.
Leggi di più...


Sorprendente è la gentilezza dei giapponesi, attenti sempre ad aiutare il turista e pronti ad esercitarsi con l’inglese. Il suo patrimonio: il Giappone possiede 18 siti che sono patrimonio dell’umanità Unesco: i monumenti buddisti nella zona di Horyu-ji , Himeji-jo ( castello di Himeji), i monumenti storici della Kyoto antica , i villaggi storici di Shirakawa-go e Gokayama , il memoriale della Pace – Hiroshima, il tempio scintoista Itsukushima, i monumenti storici dell’antica Nara, templi e santuari di Nikko , il sito di Gusuku e le proprietà del Regno di Ryukyu, siti sacri e vie di pellegrinaggio nelle montagne Kii , miniera di argento Iwami Ginzan , Hiraizumi , Fujisan, Mulino da seta di Tomioka, Shirakami-sanchi (foresta incontaminata situata nel nord dell’Honshu), Yakushima, Isole Ogasawara.

Bere sake, fare il bagno in una delle piscine termali, vedere i ciliegi in fiore, sono alcune delle esperienze indimenticabili in un viaggio nel paese del Sol Levante e poi in Giappone si mangia benissimo.

Il Giappone è una monarchia imperiale parlamentare. La sua capitale è Tokyo.

Fuso orario

Il fuso orario che viene utilizzato in Giappone viene chiamato Japan Standard Time (JST): UTC+9. Il Giappone ha +8 ore rispetto all’Italia quando non c’è l’ora legale e +7 con l’ora legale

Eletricità

In Giappone la corrente elettrica è alternata a 100 Volt, ma esistono due tipi di frequenza, a 50 Hertz nella parte est del paese e a 60 a ovest. Nei principali alberghi di Tokyo e delle altre grandi città vi sono prese piatte da 110 e 220 Volt, anche se queste generalmente accettano esclusivamente spine a due poli. I principali hotel sono dotati di asciugacapelli e altri apparecchi elettrici conformi alle norme del paese. Si consiglia un adattatore.

Lingua

La lingua ufficiale è il giapponese. L’ufficio nazionale del turismo pubblica un <Piccolo manuale pratico per viaggiare in Giappone>, un libretto molto pratico, con un buon frasario di base in giapponese, sufficiente per farsi capire. Molti giapponesi imparano l’inglese a scuola.

Moneta

In Giappone è possibile far entrare o uscire qualsiasi valuta di qualsiasi paese. Tuttavia, se trasportate una cifra in contanti o altre forme di pagamento che superi il milione di yen, siete tenuti a dichiararlo alla dogana. La moneta giapponese è lo yen (indicato con ¥). Le monete sono da 1 yen, 5 yen, 10 yen, 50 yen, 100 yen e 500 yen. Le banconote hanno tagli da 1000 yen, 2000 yen, 5000 yen e 10000 yen.

Sicurezza

Il Giappone è uno dei paesi più sicuri del mondo anche se la sua posizione geografica lo rende soggetto a rischio sismico e tifoni. Entrambi i fattori di rischio sono strettamente monitorati e gli edifici vengono progettati per resistere meglio a questi tipi di calamità naturali.

Telefonare

Il prefisso telefonico del Giappone è +81 (=0081) , quello per l’Italia è +39.

Guida

In Giappone la guida è a sinistra e le autostrade sono a pagamento. Servizi di noleggio auto nella maggior parte delle città di medie e grandi dimensioni, negli aeroporti e nelle principali stazioni ferroviarie. È possibile noleggiare un’auto se si ha una patente di guida internazionale riconosciuta in Giappone. Per guidare in Giappone è necessaria la patente internazionale rilasciata dalle autorità italiane, ai sensi della Convenzione di Ginevra del 1949 (modello “Ginevra 1949”), presso un ufficio della Motorizzazione Civile con la validità di un anno dalla data del rilascio.

Metropolitana

Tutte le grandi città del Giappone dispongono della metropolitana, un mezzo di trasporto veloce ed efficiente.

Autobus

In tutte le città è disponibile un servizio di autobus, ma il suo utilizzo può risultare tutt’altro che semplice per il turista che non conosce il giapponese.

Taxi

Se la spia rossa situata nell’angolo in basso a sinistra del parabrezza è accesa significa che il taxi è libero e può essere chiamato.

I viaggiatori devono avere un passaporto in corso di validità. Accordi bilaterali con i diversi Paesi regolano le esenzioni dal visto: gli italiani possono restare fino a 90 giorni senza bisogno di visto.

Dogana

È sufficiente una dichiarazione verbale degli effetti personali. Nel caso in cui l’ufficiale doganale ritenga che il contenuto e la quantità dei vostri effetti personali siano adeguati, non verrà applicata alcuna sanzione doganale. E’ possibile, senza pagare tasse aggiuntive, denunciare il trasporto di 500 g di tabacco, 400 sigarette o 100 sigari, 3 bottiglie di alcolici da 760 millilitri l’una, 30 centilitri di profumo, regali e souvenir in più rispetto a quelli già citati con un valore commerciale non superiore ai 200000 yen. I minori di 19 anni non hanno diritto a fumare o consumare alcolici.

Informazioni sanitarie

In termini di sicurezza civile il Giappone è considerato un paese molto sicuro. La situazione sanitaria è molto buona e si può partire senza vaccinazioni.

La cucina giapponese è ormai conosciuta in tutta Italia ma vale la pena saperne di più. Uno degli ingredienti principali è il riso, ma si usano anche pasta, pesce, legumi e verdure, conditi con le varie spezie locali. La carne, assente dalla cucina tradizionale, si trova in alcuni piatti di origine straniera. I piatti più noti sono il sushi, il sashimi, ma anche ramen, udon e soba, oltre a piatti a base di tofu e natto. Tra le bevande sono diffuse il sake e il tè verde ed esiste una buona varietà di dolci (wagashi). Questi alcuni piatti che si trovano in Giappone:

Il Sukiyaki : preparato direttamente al tavolo, si cuoce la carne tagliata a fettine sottili assieme a verdure, tofu e pasta.

La Tempura: frittura in olio vegetale di gamberetti, pesce o verdure, ina una pastella d’uovo, acqua e farina di grano

Sushi: piccole fette di pesce o frutti di mare crudi e una pallina di riso all’aceto.

Sashimi: fette di pesce crudo da mangiare con salsa di soia

La Kaiseki Ryori : la più raffinata prelibatezza del Giappone composta da verdure e pesce, alghe e funghi.

Gli Yakitori: spiedini composti di piccoli pezzi di pollo, fegato e verdure, grigliati sulle braci ardenti

Il Tonkatsu: scaloppina di maiale impanata e fritta

Lo Shabu-shabu: fettine di vitello, cotte appena in un brodo e poi condite con una salsa.
Soba e Udon sono due tipi di tagliatelle giapponesi. I Soba sono di farina di grano saraceno, gli Udon di farina di grano. Serviti sia in brodo o in salsa, e ne esistono centinaia di deliziose versioni

Il “sake” giapponese è un vino ottenuto dalla fermentazione del riso in acqua. Si può bere caldo, con un effetto rapido e rinvigorente, ma è apprezzato anche freddo.

Il clima del Giappone è generalmente temperato, tuttavia, data la sua estensione, cambia in funzione del luogo e delle stagioni. Primavera e autunno sono le stagioni più piacevoli. In inverno (da dicembre a febbraio) la temperatura della pianura sulla costa del Pacifico scende raramente al di sotto dello zero e il clima è secco e soleggiato. Nelle regioni del centro e del nord del paese si apre la stagione sciistica e del pattinaggio sul ghiaccio, mentre nelle altre regioni il clima è molto mite e soleggiato. La primavera (marzo-maggio) è annunciata dai peschi in fiore e il suo momento magico è la fioritura dei ciliegi, fra fine marzo e inizio aprile: le colline, i campi e i giardini si coprono di fiori rosa. L’estate (giugno-agosto) inizia con la stagione delle piogge che dura circa tre settimane. Il clima in seguito diventa molto caldo e umido. In estate, stagione in cui si svolgono varie feste, le spiagge e le montagne diventano le mete preferite dai giovani. La stagione autunnale (da settembre a novembre) è molto piacevole: cambia il colore delle foglie degli alberi e non fa troppo freddo (15 °C). Le montagne e le colline sono ricoperte da migliaia di colori. I giardini e i parchi sono abbelliti da numerose varietà di crisantemi. L’autunno è inoltre la stagione delle mostre, dei concerti e degli eventi sportivi.

FESTIVITA’ nazionali

Primo gennaio: Anno nuovo

Secondo lunedì di gennaio: Festa degli Adulti

11 febbraio: Festa della fondazione del Giappone

21 marzo (o 20): Equinozio di Primavera

29 aprile: Festa della Verdura

3 maggio: Festa della Costituzione

5 maggio: Festa dei bambini

Terzo lunedì di luglio: Festa del Mare

Terzo lunedì di settembre: Festa del rispetto per gli anziani

23 settembre (o 24): Equinozio d’autunno

Secondo lunedì di ottobre: Festa della salute e dello sport

3 novembre: Festa della Cultura

23 novembre: Festa del Lavoro

23 dicembre: Compleanno dell’Imperatore

Quando una festività nazionale cade di domenica il lunedì successivo è festivo. Quando un giorno è tra due festività nazionali diventa anch’esso festivo. Il 25 dicembre, Natale, non è festivo. Tra il 29 dicembre e il 3 gennaio, le amministrazioni e i musei sono chiusi.